fiere

150mila euro per le imprese in fiera

La Camera di Commercio mette a disposizione i voucher per la partecipazione delle aziende pisane

La capacità di penetrare ed affermarsi sui mercati esteri ha rappresentato un fattore fondamentale non solo per la sopravvivenza ma anche per lo sviluppo delle imprese italiane in un periodo nel quale il mercato interno era, e continua tuttora ad esserlo, in difficoltà. Non hanno fatto eccezione le circa 300 imprese della Provincia di Pisa che nell’ultimo triennio, anche grazie al contributo della Camera di Commercio di Pisa, hanno partecipato in maniera autonoma a mostre e fiere internazionali con lo scopo di incrementare, ma anche diversificare geograficamente, la loro presenza sui mercati oltreconfine. Stando a queste premesse, e nella piena consapevolezza dell’importanza dei processi di internazionalizzazione per la crescita e lo sviluppo delle PMI, la Camera di Commercio di Pisa ha stanziato 150mila euro per la partecipazione autonoma delle aziende pisane a mostre e fiere internazionali, rinnovando il suo sostegno diretto.

Lo strumento messo a disposizione è quello dei voucher a copertura di parte delle spese sostenute per la partecipazione a mostre e fiere internazionali in Italia (presenti sul sito www.calendariofiereinternazionali.it) e all’estero, in assenza di concomitanti abbattimenti di costi da parte della Regione Toscana, anche attraverso Toscana Promozione Turistica, o di altri Enti Pubblici e Ministeri. Nello specifico sono ammissibili le spese per l’acquisizione e l’allestimento dello spazio espositivo, quelle per organizzare eventi di business all’interno della manifestazione o effettuare per inserzioni su catalogo o altre forme di pubblicità realizzate in ambito fieristico, ecc..

I contributi, nella misura del 50% delle spese riconosciute e documentate, sono concessi fino a 2.000 euro per le manifestazioni svolte in Italia o in paesi esteri appartenenti all’Unione Europea e fino a 2.500 euro per quelle svolte in paesi esteri non appartenenti all’Unione Europea. Per la partecipazione tramite Consorzi e reti d’impresa viene invece riconosciuto un sostegno commisurato al numero dei partecipanti allo stand collettivo (con un massimale di 2.000 euro per impresa in caso di fiere in ambito UE e di 2.500 euro per fiere extra UE) sino ad un massimo di dieci imprese e, in ogni caso, fino al 50% dei costi sostenuti.

Nell’ottica di allargare progressivamente il sostegno a nuove imprese è ammessa una sola domanda per azienda/consorzio/cooperativa, escludendo quelle che hanno già usufruito di contributo della Camera di Commercio di Pisa per due edizioni della stessa mostra/fiera negli ultimi tre anni, ad eccezione di quelle operanti nella lavorazione dell’alabastro: comparto al quale la Camera vuol dare particolare sostegno.

Il bando, la modulistica e le relative scadenze sono reperibili sulla homepage della Camera di Commercio di Pisa www.pi.camcom.it. Qui invece il calendario delle fiere a tema Agricoltura, Silvicoltura, Zootecnia http://www.calendariofiereinternazionali.it/fiere.asp?idc=1


fonte: Comunicato stampa della Camera di Commercio