pescatore

Pesca, pubblicati i bandi FEAMP

Sono stati pubblicati i bandi i bandi FEAMP relativi alle misure 1.30, 1.32 e 1.42.

L’obbiettivo delle misure è di promuovere la pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa, competitiva e basata sulle conoscenze. La scadenza prevista per la presentazione delle domande è il 28 giugno.

MISURA 1.30 “Diversificazione e nuove forme di reddito”

Le risorse finanziarie messe a disposizione sono pari a 208.000,40 euro. La misura contribuisce alla diversificazione del reddito dei pescatori tramite lo sviluppo di nuove attività complementari, come il turismo legato alla pesca sportiva, ristorazione, servizi ambientali legati alla pesca e attività pedagogiche relative alla pesca. Il bando è rivolto a pescatori dell’intero territorio regionale. Sono ritenuti ammissibili gli investimenti che contribuiscono alla diversificazione del reddito dei pescatori tramite lo sviluppo di nuove attività che risultano complementari e correlate all’attività principale della pesca, ad esempio:

  • investimenti a bordo;
  • turismo legato alla pesca sportiva;
  • ristorazione;
  • servizi ambientali legati alla pesca;
  • attività pedagogiche relative alla pesca.

Le principali categorie di spese ammissibili riguardano i costi di investimento chiaramente connessi all’attività di progetto, come acquisto di macchinari e attrezzature, adeguamento delle strutture/imbarcazioni.

MISURA 1.42 “Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate”

Le risorse finanziarie messe a disposizione sono pari a 279.589,72 euro. La misura prevede investimenti per la creazione di valore aggiunto e/o a migliorare la qualità del pesce catturato in conformità alle nuove disposizioni della Politica Comune della Pesca, che prevedono il divieto di rigetti in mare, come conseguenza del depauperamento degli stock ittici. Le azioni sostengono gli interventi a bordo delle imbarcazioni, per valorizzare al meglio la parte sottosfruttata del pesce catturato e le catture indesiderate, anche attraverso l’incentivazione della filiera corta ittica, della qualità dei prodotti e l’utilizzo di specie indesiderate.

Possono partecipare armatori di imbarcazioni da pesca o proprietari di imbarcazioni da pesca, sull’intero territorio regionale.

Sono ritenuti ammissibili gli investimenti

  • che valorizzano i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla trasformazione delle proprie catture;
  • gli  investimenti che valorizzano i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla commercializzazione delle proprie catture;
  • gli investimenti che valorizzano i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla vendita diretta delle proprie catture;
  • investimenti innovativi a bordo sugli attrezzi selettivi per ridurre al minimo le catture indesiderate in grado di migliorare la qualità dei prodotti della pesca.

MISURA 1.32 “Salute e sicurezza”

Le risorse finanziarie messe a disposizione sono pari a 174.492,80 euro. La misura è finalizzata al miglioramento a bordo dei motopesca delle condizioni igieniche, di sicurezza e lavorative dei pescatori, per sopperire alla vetustà della flotta da pesca italiana e migliorare le condizioni dei pescatori. Possono partecipare pescatori, armatori di imbarcazioni da pesca e proprietari di imbarcazioni da pesca, su tutto il territorio regionale.

Sono finanziabili:

  • Interventi sulla sicurezza;
  • Interventi per il miglioramento delle condizioni sanitarie per i pescatori a bordo dei pescherecci;
  • Interventi per il miglioramento delle condizioni igieniche per i pescatori a bordo dei pescherecci
  • Interventi per il miglioramento delle condizioni di lavoro per i pescatori a bordo dei pescherecci.

Per ulteriori informazioni e dettagli potete rivolgervi ai nostri uffici.