Fatturazione elettronica, i chiarimenti dell’Agenzia

L’Agenzia delle Entrate con la circolare 14/e del 17/06/2019 ha fornito chiarimenti sulla fatturazione elettronica, in particolare rispetto alla data di effettuazione dell’operazione se diversa dalla data di emissione della fattura. Tali chiarimenti in vigore dal prossimo 01/07/2019.

In sostanza:

·        in caso di fattura immediata l’emissione può avvenire entro 10 gg (il decreto crescita in corso di conversione prevede 12gg) ma la data da indicare in fattura è necessariamente quella di effettuazione dell’operazione;

·        in caso di fattura differita è possibile emettere la fattura entro il giorno 15 del mese successivo ma la data da riportare nella fattura è quella dell’ultima operazione (esempio la data dell’ultimo DDT per quel cliente).

Di conseguenza le annotazioni nei registri delle fatture emesse possono essere effettuate entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione ma facendo riferimento al mese di effettuazione della stessa. Le annotazioni nei registri acquisti delle fatture ricevute entro il 15 del mese successivo ma per operazioni effettuate il mese precedente (data fattura mese precedente) possono dare il diritto ad esercitare la detrazione con riferimento al mese precedente.