Coldiretti Livorno e il Consiglio del Cibo partecipano a Pink Cows Swimrun Italy con la merenda dell’atleta

Il club Pink Cows di Gran Canaria, in collaborazione con il negozio Decathlon di Livorno, il patrocinio del Comune di Livorno e del Consiglio del Cibo di Livorno, organizza per il 4 agosto una giornata dedicata allo sport, alla salvaguardia della salute della persona e dell’ambiente.

Si chiama PINK COWS SWIMRUN ECO-ITALYsarà un evento promozionale non competitivo e senza classifica finale di nuoto/corsa a circuito. Una manifestazione sportiva che vuole diventare anche un modello di sostenibilità ambientale: grazie alla collaborazione del Consiglio del Cibo infatti, l’evento si è dotato di un decalogo Eco-Sostenibile al quale dovranno attenersi gli atleti ed i loro accompagnatori: merenda sana donata da produttori locali, promozione della mobilità sostenibile, attività sportiva plastic-free.

Coldiretti Livorno è tra le tante realtà che hanno voluto sostenere questa manifestazione: «Siamo felici di partecipare», commenta il presidente di Coldiretti Livorno Simone Ferri Graziani,«un’iniziativa che mostra in modo evidente quanto l’alimentazione e lo sport siano decisivi per il benessere delle persone e delle comunità. Al secondo punto del Decalogo dello sportivo c’è la «merenda dell’atleta»: frutta, pane e marmellata, succhi bio, che provengono direttamente dal territorio e anche dai nostri produttori».

«Che sport e alimentazione siano strategici per il benessere, lo diciamo da tempo, anche in sede di Consiglio del Cibo, a cui abbiamo aderito con convinzione sin dagli esordi. I principi espressi con il Piano del Cibo riflettono pienamente quello che ogni giorno pratichiamo come agricoltori – aggiunge -. La distintività del prodotto agricolo territoriale di Livorno è data dal suo valore salutistico, dalle caratteristiche organolettiche superiori rispetto a prodotti che hanno dovuto attraversare spazio e tempo prima di arrivare (ormai quasi insapori) sulle nostre tavole. Ma è data anche dal valore legato alle specificità del territorio, che danno carattere al gusto e raccontano una storia. Tutto questo è ancora più importante quando diventa prassi amministrativa – dice ancora Ferri Graziani – cioè quando la sana alimentazione entra a regime del governo di un territorio. Pensiamo alle mense pubbliche, in particolar modo quelle scolastiche: è qui che riusciamo a trasmettere anche l’aspetto educativo del cibo. In un mondo caratterizzato dalla distribuzione di massa e dalla globalizzazione, l’ignoranza alimentare va combattuta anche così».

«Per questo – conclude Ferri Graziani – continuiamo a sostenere le attività del Consiglio del Cibo e auspichiamo che la nuova amministrazione dia seguito alle azioni previste nel Piano del Cibo, così come è stato adottato dalla Città di Livorno».​

Dal Consiglio del Cibo il decalogo per l’atleta

Nonostante il periodo di ferie molti membri del consiglio hanno voluto dare il loro contributo e saranno presenti all’iniziativa per dare il loro supporto:

  • -la sezione soci di Livorno di Unicoop Tirreno, in coerenza con la campagna Plastic Free portata avanti dalla cooperativa, ha deciso di donare una fornitura di stoviglie compostabili da utilizzare per la merenda.
  • Coldiretti Livorno fornirà frutta proveniente da produttori locali
  • Slow Food Livorno offrirà per la merenda una selezione di olio extra vergine di oliva proveniente da produttori locali, e donerà arbusti della macchia mediterranea e alberi da piantare nelle scuole cittadine grazie alla generosa collaborazione del Vivaio Giardino Signorini.

“Siamo veramente felici che gli organizzatori abbiano pensato a noi per questa iniziativa, il consiglio si è riunito e non ci ha pensato due volte a concedere il patrocinio e a sostenerla anche mettendosi all’opera per scrivere insieme il regolamento e coinvolgere altri soggetti come Fridays For Future Livorno, Fiab Livorno-la triglia in bicicletta, ASA, CTT nord e molti altri” – dichiara a nome del Consiglio del Cibo Valentina Gucciardo, segretaria di Slow Food Livorno.

“L’Eco-decalogo che ne è nato cerca di toccare tutti i temi a noi cari: promozione di una sana alimentazione, sostegno ai piccoli produttori locali, tutela dell’ambiente, promozione di una mobilità sostenibile e molto altro ancora. Non è stato affatto semplice fermarci a soli dieci punti visto che ad ogni incontro veniva fuori una nuova idea”.

Foto in alto: Decathol Italia (Livorno) – Facebook