credito IVA

Corrispettivi telematici, si parte

A partire dal  1° gennaio 2020  entra in vigore l’obbligo dell’invio giornaliero dei corrispettivi tramite un registratore di cassa telematico per chi vende prodotti o esegue servizi a privati consumatori.

Hanno l’obbligo di dotarsi del registratore di cassa:

•         Tutti gli agriturismi;

•         Le aziende agricole in regime Iva normale che vendono a privati;

•         Le aziende agricole che, anche se sono in regime speciale, effettuano commercio di prodotti agricoli non propri.

Rimangono esonerate dall’invio telematico dei totali giornalieri, le aziende agricole che non hanno optato per il regime normale.

Il registro dei corrispettivi ad oggi è sempre necessario, anche se non obbligatorio.

Per l’attivazione del registratore telematico è necessario l’accreditamento sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Si consiglia di rivolgersi all’ufficio Coldiretti territorialmente competente per verificare il regime Iva adottato e le operazioni da compiere.

Per ogni acquisto di un registratore di cassa telematico è riconosciuto dall’Erario un credito d’imposta del 50% dell’importo di acquisto senza Iva fino ad un massimo di 250,00 euro, solo se il pagamento è effettuato con metodo tracciato.