appalti

Appalti e subappalti, reintrodotta la responsabilità solidale per le ritenute fiscali

A partire dal 2020 in caso di appalto e subappalto per un importo complessivo di 200.000,00 euro annue che riguarda utilizzo di manodopera presso la sede di attività del committente e con l’utilizzo di beni di proprietà, viene reintrodotta tra committente e appaltatore la responsabilità solidale per le ritenute fiscali.

Ciò implica per i committenti di richiedere all’impresa appaltatrice copia dei modelli F24 relativi al versamento delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente, nonché delle addizionali trattenute dalle imprese per quei lavoratori impiegati nel servizio entro 5 giorni successivi alla scadenza del pagamento.

Oltre a questo le imprese devono trasmettere al committente per pec un elenco nominativo di tutti i lavoratori identificati con codice fiscale impiegati nel mese precedente con il dettaglio:

  • Ore di lavoro prestate per lavoratore,
  • ammontare delle retribuzioni,
  • ritenute versate.

In merito alla compilazione del modello F24 è stata prevista apposita sezione con l’indicazione del codice fiscale dell’impresa appaltatrice tenuta al versamento.