blue-box

Presentazione delle domande di sostegno ai lavoratori della pesca

Ecco il modello verbale esame congiunto F.I.S. – riduzione dell’attività di pesca a seguito di COVID.19

Come già noto la domande possono essere presentate per le imprese da 5 dipendenti in giù per tramite della CO (Comunicazione Obbligatoria) sulla scorta e con le modalità da queste disciplinate e saranno poi trasmesse, dopo una prima istruttoria regionale, all’INPS il tutto a valere sul fondo Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGd). 

Per la CIGd prima dell’invio della pratica è sufficiente una semplice comunicazione (informativa) a mezzo posta elettronica (meglio se con PEC) a tutte e tre le sigle sindacali presenti sul territorio (Fai-Flai-Uila) sottoscriventi il CCNL delle imprese di pesca. Meglio comunque verificare i termini di procedure disciplinati dagli accordi regionali sulla CIGd.    

Per le imprese con più di 5 dipendenti invece, previa sottoscrizione dell’accordo sindacale utilizzando il modulo che alleghiamo, la domanda, a valere sul Fondo Integrazione Salariale (FIS), va presentata direttamente all’INPS.   

Relativamente al FIS va considerato che la Sua applicazione è in un ambito di straordinarietà anche relativamente alla richiesta della formula di fermo e ripresa dell’attività (“stop and go”), mentre in merito alla sottoscrizione ove non fossero presenti tutte le sigle sindacali l’istanza si ritiene possa essere inviata all’INPS anche con un numero di firme di adesione, sull’accordo di impresa, inferiori a tre soggetti.    

Resta il problema INPS relativo ai destinatari (dipendenti), che noi abbiamo cercato di ricomprendere nella definizione di membri dell’equipaggio, siamo coscienti che questo potrebbe non risolvere il problema se l’INPS mantiene certe posizioni.  Nell’accordo sindacale per impresa relativamente all’assistenza per la parte datoriale va inserito e sbarrata la voce COLDIRETTI.    Restiamo a Vs. disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti in merito al modulo allegato.