Cassa integrazione in deroga

Cassa integrazione in deroga, ecco come fare domanda

PER TUTTI GLI OPERAI A TEMPO DETERMINATO IN AGRICOLTURA

Operai Agricoli a Tempo Determinato (OTD): Agli Operai agricoli a Tempo Determinato, con più di 50 giornate denunciate nel 2019 e che NON risultano titolari di pensione diretta è riconosciuto per il mese di marzo un Bonus  pari ad euro 600,00 (nette non tassate) erogate direttamente dall’INPS. Vale sia per gli operai assunti alla data del 23/02 e anche per quelli non ancora assunti. Gli operai dovranno presentare domanda presso un patronato o con pin personale a far data dal 01/04/2020. 

PER I DATORI DI LAVORO AGRICOLI (che hanno alle loro dipendenze operai a tempo determinato)

Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIG-Deroga) Art. 22 DL Cura Italia. I Datori di Lavoro Agricoli (e della Pesca)  che dal 23 febbraio, hanno sospeso o ridotto l’attività lavorativa dei propri dipendenti  per eventi riconducibili al COVID-19 possono accedere a questa misura, che prevede il pagamento diretto da parte dell’INPS di 9 settimane di stipendi (63 giornate) da utilizzare da marzo  al 30/06/2020. L’indennità sarà calcolata nella misura dell’80% della media delle giornate lavorate nell’ultimo anno. 

PER I DATORI DI LAVORO AGRICOLI (che hanno alle loro dipendenze operai a tempo indeterminato, impiegati e quadri)

I Datori di Lavoro Agricoli godono ordinariamente di questa misura di sostegno al reddito a favore dei propri Operai Agricoli a Tempo Indeterminato (180 giornate con lo steso datore di lavoro) nel limite massimo di 90 giornate per anno solare. Tra le “altre cause” l’INPS ha finalmente confermato che potrà essere utilizzata la causale “COVID-19 CISOA” per far fronte alla diminuzione dell’attività aziendale dei propri dipendenti nel limite di  9 settimane (63 giornate) da utilizzare da marzo  al 31/08/2020. Le retribuzioni potranno essere anticipate  dal Datore di Lavoro che poi le  sconta  dai Contributi previdenziali da corrispondere all’INPS, oppure vista l’emergenza COVID-19, c’è la possibilità del  pagamento diretto delle Retribuzioni da parte dell’INPS; in questo caso resta a carico del Datore di lavoro il 10 % delle Retribuzioni Lorde che dovranno essere corrisposte come di consueto entro il 10 del mese successivo. È confermata la possibilità di attivare questo strumento anche in presenza di giorni di ferie non usufruiti al 31/12/2019.  

Vi invitiamo a valutare approfonditamente le domande di cassa integrazione in deroga con Vannini Federica (federica.vannini@coldiretti.it) e, per gli eventuali casi che lo necessitano, con l’Avv. Claudia Bacci dello sportello “LAVOROIMPRESA”( serviziolegale.pi-li@coldiretti.it ) che risponderanno alle Vs. mail. 

Vi preghiamo di indicare nella vostra email anche un numero di telefono per essere eventualmente ricontattati telefonicamente.